Archives for Progetti

Progetto EUPHRESCO “Harmonized protocol for monitoring and detection of Xylella fastidiosa in its host plants and its vectors” (2016 – 2018)

Logo

L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare protocolli di detection rapidi ed affidabili per il monitoraggio del patogeno da Quarantena Xylella fastidiosa e dei suoi insetti vettori in differenti specie vegetali (sintomatiche ed asintomatiche), con particolare enfasi sul miglioramento delle tecniche di campionamento, dei protocolli per il processamento dei campioni (esempio estrazione del DNA) e dei metodi di isolamento di X. fastidiosa in substrati di coltura specifici. Il progetto è finanziato da EUPHRESCO e coinvolge istituzioni appartenenti a Paesi Europee e Mediterranei con il supporto scientifico dello United States Department of Agriculture.

 

Paesi partecipanti:

  • Italia
  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Francia
  • Germania
  • Gran Bretagna
  • Ungheria
  • Paesi Bassi
  • Portogallo
  • Russia
  • Slovenia
  • Spagna
  • Repubblica Ceca
  • Stati Uniti
Read more

Progetto MIPAAF “Alt.RameinBio.” (2014 – 2017)

Il progetto finanziato dal MIPAAF ha l’obiettivo di ridurre i quantitativi di rame, ottimizzare i trattamenti sulla base di modelli previsionali, individuare molecole alternative naturali.

Nell’ambito del progetto PhyDia ha svolto la parte inerente i due patogeni da Quarantena Xanthomonas arboricola pv. pruni (agente del cancro batterico delle Drupacee) e X. a. pv. vesicatoria (agente della maculatura batterica del pomodoro).

 

Partners:

  • Università della Tuscia di Viterbo (DAFNE e PhyDia)
  • Centro di Laimburg di Bolzano
  • Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige
  • Fondazione italiana per la ricerca in agricoltura biologica e biodinamica – Firab
  • Crea-Ing
  • Crea-Pav
Read more

Progetto PSR Lazio “Progetto pilota per lo sviluppo di un sistema d’identificazione di Xylella fastidiosa agente responsabile del “Complesso del disseccamento rapido dell’olivo“ (CoDiRO) e specifica attività di informazione e formazione degli imprenditori agricoli olivicoltori dell’Alto Lazio” (2014 – 2015)

Il progetto ha un duplice obiettivo: da un lato svolgere attività di monitoraggio in campo, campionamento ed analisi si laboratorio al fine di valutare e nel caso individuare precocemente i primi eventuali focolai di sviluppo del “Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo” (CoDiRO), fra i cui agenti causali risulta il patogeno da Quarantena Xylella fastidiosa; dall’altro lato organizzare incontri con i vari soggetti coinvolti nella filiera olivicola per fornire formazione e supporto tecnico riguardo alla specifica problematica fitopatologica. PhyDia ha partecipato al progetto conducendo lo svolgimento delle analisi di laboratorio mediante le più avanzate tecniche molecolari mirate alla detection di X. fastidiosa.

 

Partners:

  • Università degli Studi della Tuscia (DAFNE e PhyDia)
  • Frantoio CIGO
Read more

Progetto EUPHRESCO “Interlaboratory test on detection of Pseudomonas syringae pv. actinidiae” (2014 – 2015)

Il progetto ha come obiettivo la standardizzazione dei protocolli di detection del patogeno da Quarantena Pseudomonas syringae pv. actinidiae, agente del cancro batterico dell’actinidia. Le tecniche di identificazione coinvolte nel progetto sono sia convenzionali (isolamento su substrati selettivi) che molecolari (PCR, RT-PCR). PhyDia ha condotto i test su tutte le metodiche validate dal progetto.

 

Partners:

  • Italia
  • Austria
  • Francia
  • Grecia
  • Nuova Zelanda
  • Portogallo
  • Spagna
  • Turchia
Read more

Progetto PSR Lazio “Progetto pilota per lo sviluppo di un sistema d’identificazione di batteri fitopatogeni (Pseudomonas syringae pv. actinidiae, PSA) su frutti di kiwi” (2013 – 2014)

Scopo del progetto è valutare la sopravvivenza epifitica di Pseudomonas syringae pv. actinidiae (Psa), patogeno da Quarantena ed agente del cancro batterico dell’Actinidia, sui frutti di kiwi. Il piano sperimentale prevede l’analisi mediante tecniche convenzionali e molecolari di frutti di kiwi sia provenienti dal campo (da actinidieti con diversi livelli di infezione da Psa) che conservati per studiare la popolazione batterica complessiva presente su di essi ed eventualmente identificare fra i suoi componenti specificatamente il Psa.

 

Partners:

  • Università della Tuscia (DAFNE e PhyDia)
  • Coop. ZeoliFruit
Read more